Cos’è SMART ESINO?

L’obiettivo principale del progetto SMART ESINO è quello di rafforzare il sistema produttivo dei territori afferenti il “Gal Colli Esini” sostenendo la nascita di nuove imprese innovative e creative, favorendo l’auto-imprenditorialità e puntando ad un’economia “smart”, basate sulla contaminazione tra cultura e manifattura, sulla creatività, sull’innovazione sociale e sulla valorizzazione in chiave innovativa delle produzioni caratterizzanti il territorio.

Per accompagnare questo percorso virtuoso, è stata creata una partnership tra enti e realtà di primo piano della Regione Marche, ovvero i due Incubatori certificati Jcube e The Hive, il Centro di Innovazione Tecnologica Meccano, l’Università Politecnica delle Marche, l’Università degli Studi di Camerino, l’Associazione Sineglossa e la società di comunicazione S.C.G.

Il lavoro congiunto di questi soggetti, che si svilupperà nell’arco di un triennio, porterà alla realizzazione di una serie di azioni informative, di assistenza e, più in generale, di diffusione della conoscenza legata ai temi dell’innovazione, anche attraverso strategie multicanale.

Il progetto è finanziato attraverso il Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 – Misura 19.2.1.2 – Sottomisura a) Attività di animazione per lo scouting di idee imprenditoriali innovative nei settori “smart” e per la contaminazione tra manifattura e cultura.

Il GAL “Colli Esini”

La Società Colli Esini S.Vicino, si è costituita nel 1991 in forma di società consortile mista a responsabilità limitata con l’avvio dell’iniziativa Leader, grazie ad una convergenza di interesse di un soggetto pubblico, la Comunità Montana del S.Vicino, ed un’associazione di imprenditori privati, l’ASSIVIP (Associazione Interprovinciale Produttori di Vini Pregiati). Attualmente i soci sono 86, di cui 27 pubblici e 59 privati.

IL GAL promuove iniziative e interventi finalizzati alla crescita economica, sociale e culturale delle comunità, valorizzando le risorse specifiche locali.
La sua mission è di favorire il rilancio socio economico del territorio, sostenendo processi di crescita sostenibile e smart, basati sull’innovazione produttiva connessa alle risorse ed alle tradizioni artigianali e manifatturiere locali e sull’effetto di traino e incentivo garantito dalla contaminazione tra cultura e produzione, nell’ambito di un approccio di sistema di scala locale.